Benefit

benefit studio pilates milano - Mareike 03

La mia filosofia e il mio metodo

La mia filosofia ‘Benefit’ é di far stare bene le persone facendole muovere.
Ho allievi ballerini e atleti che hanno bisogno di migliorare la loro performance fisica o che devono mantenere la loro forma atletica durante una pausa da infortunio. Altri allievi hanno problematiche fisiche importanti o situazioni patologiche complicate.

Non sono una fisioterapista, la mia cura è comunque il movimento

Il mio primo consiglio é di prendere consapevolezza di sé stesso e d’imparare a conoscere e a controllare meglio il proprio corpo.
Io come insegnante uso vari metodi di rieducazione posturale che mirano tutti alla presa di coscienza di sé, attraverso il movimento e la respirazione. Prendendo conoscenza delle tensioni che hanno deformato il corpo si deve imparare a liberarsene, a rinforzare il tono muscolare e alla fine a correggere la postura per ritrovare l’elasticitá e la mobilitá naturale.

Rispettare il proprio corpo, nelle sue possibilità e nei suoi limiti

Insegno l’interdipendenza tra le diverse parti del corpo. Infatti una delle originalitá del mio metodo di lavoro é di condurre l’allievo attraverso l’esercizio descrivendo la biomeccanica del movimento. Utilizzo i macchinari inventati da Joseph Pilates e prodotti da BASI Systems: La Cadillac, i Reformer, la Wunda Chair, i Spine Corrector e la Arm Chair Barrel Set ma anche i piccoli attrezzi come i Magic Circle, palle di diverse dimensioni, dischi rotanti, pesi, elastici, i Bosu o i Foam Roller.
Da tre anni ho introdotto il Blocksystem di BASI Pilates nella mia organizzazione delle lezioni.
Molto efficaci sono gli esercizi di Matwork Pilates, che sono il repertorio di esercizi a corpo libero sul materassino:
Variamo l’appoggio iniziando spesso in piedi, cambiando posizioni e facendo esercizi da supini, seduti, inginocchiati, proni e finendo di nuovo in piedi.
Proponiamo volentieri la tecnica di GYROTONIC® sulla Pulley Tower inventata da Juliu Hovarth facendo svolgere sopratutto esercizi di mobilizzazione articolare e di allungamento muscolare.

"Il benessere fisico è il primo requisito per la felicità"

Con questa frase Joseph Pilates ha iniziato il suo secondo libro “Return to life” (1945). Dalle sue pubblicazioni si può interpretare che per “benessere fisico” lui intendeva “il raggiungimento e il mantenimento di un corpo sviluppato in maniera armonica”. Ma non solo. Joseph Pilates parlava sempre “dell’equilibrio tra corpo e mente”.
Per raggiungere “Balance of Body and Mind” é necessaria la respirazione consapevole che aiuti a concentrare, a controllare i movimenti, ma che ossigeni i muscoli, e che faciliti la mobilizzazione e la stabilizzazione della colonna vertebrale.

La respirazione è il principio chiave del metodo Pilates

Questa aiuta la realizzazione degli altri cinque principi base, che sono sempre stati indicati come

  • il controllo
  • la concentrazione
  • il baricentro
  • la fluiditá del movimento
  • la precisione dell’esecuzione

Ecco perché ogni lezione comincia con alcuni minuti di consapevolezza nella respirazione. Insegniamo la respirazione diaframmatica per facilitare il rilassamento. Proponiamo una respirazione toracica bassa che permette di attivare correttamente i muscoli addominali trasversi, riuscendo così a mantenere stabile la regione lombo-pelvica durante l’esecuzione degli esercizi. L’indicazione dell’inspirazione e dell’espirazione per ogni esercizio, permette anche di rendere flusidi i movimenti e di scandire il tempo dando un ritmo preciso. Quindi la respirazione facilita il movimento. E il movimento facilita la respirazione.

Breath creates movement and movement creates breath

Lasciatemelo dire con le parole di Juliu Hovarth: “La respirazione crea il movimento e il movimento crea respirazione.”